"Non sono tanto le tragedie a definire le nostre esistenze, quanto le scelte che facciamo per affrontarle"

Arrow up
Arrow down
29 Apr 2024

Il fissaggio del catetere arterioso periferico in TIP

I cateteri arteriosi periferici, e le relative complicanze, sono comuni in terapia intensiva pediatrica.

Tra le complicanze più frequenti vi sono lo spostamento accidentale del catetere e i dispositivi non funzionanti, e possono essere correlate a un fissaggio inadeguato del catetere.

Poiché ci sono indicazioni contrastanti sul modo migliore di fissare i cateteri arteriosi periferici per prevenire le complicanze, gli autori di uno studio di coorte retrospettivo1 hanno ipotizzato che le suture non siano associate a un minor rischio di malfunzionamento o rimozione accidentale.

Vediamo, di seguito, i risultati dello studio.

Fissaggio del catetere arterioso periferico in terapia intensiva pediatrica

Nello studio sono stati inclusi i pazienti di un unico centro di un'unità di terapia intensiva pediatrica con catetere arterioso periferico posizionato tra luglio 2020 e gennaio 2023.

L'outcome primario era la rimozione non pianificata del dispositivo. È stata eseguita un'analisi (univariata e multivariata) di regressione di Cox dei rischi proporzionali, utilizzando come covariate il peso del paziente, la sedazione, la paralisi e il ruolo del proceduralista. L'outcome secondario era la probabilità di sopravvivenza del catetere. Per confrontare le curve di sopravvivenza è stato utilizzato un test log-rank.

Su 761 cateteri arteriosi periferici che soddisfacevano i criteri di inclusione (in 437 pazienti unici), 599 erano suturati (78,7%) e 162 non suturati (21,3%). In 257 casi (33,8%), il dispositivo è stato rimosso in modo non pianificato. La durata media del posizionamento è stata di 5,3 giorni (IQR 2,1-10,5 giorni). Il tasso di rimozione non pianificata è stato del 42,2% (68) nel gruppo dei cateteri non suturati e del 31,4% (188) nel gruppo di quelli suturati (p < 0,001).

Nell'analisi multivariata, i dispositivi suturati erano anche associati a un tasso inferiore di rimozione non pianificata (hazard ratio, 0,59; 95% CI, 0,44-0,78). L'uso della sedazione continua è stato anche associato a un aumento del rischio di rimozione non pianificata (hazard ratio, 1,54; 95% CI, 1,10-2,16). La probabilità di sopravvivenza del catetere è stata del 50% a 13,3 giorni per quelli non suturati e a 23,7 giorni per quelli suturati.

Come si legge nelle conclusioni dello studio, nei pazienti pediatrici la sutura è associata a un minor numero di rimozioni non pianificate e ad una sopravvivenze più lunga del catetere, rispetto ai dispositivi non suturati.

Per approfondire, qui puoi consultare lo studio completo.

Le soluzioni Delta Med per l'accesso arterioso

Delta Med progetta e realizza diverse soluzioni per l'accesso arterioso, con l'obiettivo di ridurre i rischi di complicanze e punture accidentali, oltre che aumentare l'efficacia e la sicurezza del paziente e dell'operatore sanitario.

Delta Arterial Cath è un catetere arterioso facile da utilizzare (posizionamento ago cannula) e con impugnatura ergonomica, fornito di camera di visualizzazione trasparente (per un miglior controllo del ritorno di sangue) e di ago in acciaio inossidabile. Disponibile in Poliuretano e Teflon, nelle misure da 18 e 20 Gauge (lunghe entrambe 45 mm), il dispositivo è dotato di meccanismo di sicurezza, per impedire le punture accidentali dell'operatore sanitario.

Delta Arterial Cannula è invece un catetere a punta aperta radiopaco, in poliuretano, che garantisce punture atraumatiche delle arterie periferiche e un posizionamento sicuro e privo di complicanze. Viene impiegato per la misurazione della pressione arteriosa ed emogasanalisi, con tecnica di Seldinger, ed è dotato di ali per la stabilizzazione.

Delta Long Cannula, infine, è un dispositivo resistente ad alte pressioni (330 PSI) e con doppia destinazione d'uso, per l'accesso venoso e arterioso. Il catetere è monolume in poliuretano, radiopaco e a punta aperta, disponibile nelle misure da 3Fr o 4Fr e con ago introduttore di sicurezza.

Vuoi avere maggiori dettagli sui nostri prodotti? Contattaci senza impegno per ricevere tutte le informazioni che ti servono da un nostro professionista.

 

Fonti:

1 Pilarz MS, Walker SB, Rowland MJ. Peripheral arterial catheter securement and catheter survival in the pediatric intensive care unit. The Journal of Vascular Access. 2024;0(0). doi:10.1177/11297298241236405.

 

In questa sezione puoi trovare tutte le news riguardanti i nostri dispositivi medici, aggiornamenti sul catalogo prodotti e comunicati stampa ufficiali dell’azienda. Vuoi essere sempre informato sulle ultime novità? Iscriviti alla nostra newsletter utilizzando l’apposito form.

Resta aggiornato!